Pagina:Sulla formazione terziaria nella zona solfifera della Sicilia.djvu/10

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Capitolo I.


SEZIONE TEORICA DEI TERRENI TERZIARII NELLA ZONA SOLFIFERA DELLA SICILIA.




La serie teorica dei terreni terziarii nella zona solfifera della Sicilia indicata nella Memoria, è la seguente:

Pliocene. 1. Arenarie, Conglomerati, Sabbie e Marne.
2. Calcare grossolano chiamato Tufo calcareo.
3. Marne azzurrastre.
Miocene
superiore.
4. Calcare marnoso a foraminiferi, chiamato Trubo.
5. Gessi saccaroidi, Gessi cristallini e Gessi fogliettati, superiori al minerale di zolfo.
6. Calcare solfifero, Tufi e Gessi.
7. Calcare compatto alquanto siliceo.
8. Tripoli con scheletri di pesci, diviso qualche volta da uno straticello di
Calcare marnoso e magnesiaco molto rassomigliante ai Trubi.
Miocene
medio.
9. Arenarie quarzose e micacee a polipai intercalate con Marne alquanto salate.
Conglomerati.
Miocene
inferiore.
10. Depositi di Salgemma.
11. Marne salate e gessose, azzurre, contenenti petrolio e sostanze bituminose.
12. Riidda o Terra saponaria — Calcare concrezionato con Silice.
13. Argille ferruginose e gessose con Scisti bituminosi ed Arragonite.
Arene ed Arenarie ferruginose e silicee.
Eocene. 14. Calcare a Nummuliti alternante coll’
Alberese contenente fucoidi e diaspri alternante con
Argille molto scagliose.


Questo quadro dovrebbe forse essere corretto nel modo seguente:


Miocene
inferiore.
9. Arenarie quarzose e micacee a polipai, intercalate con Marne alquanto salate.
Conglomerati.
Eocene
superiore.
10. Depositi di Salgemma.
11. Marne salate e gessose, azzurre, contenenti petrolio e sostanze bituminose.
12. Riidda o Terra saponaria — Calcare concrezionato con Silice e con Nummilites perforata, alternante con
13. Argille ferruginose, gessose e scagliose, con Scisti bituminosi ed Arragonite, alternati con
Arene, Arenarie ferruginose e silicee, Arenarie e Calcare a fucoidi.
Eocene
inferiore.
14. Calcare a Nummuliti alternante coll’
Alberese che contenente diaspri


Nota. — Le arenarie od argille ferruginose soprastanti all’alberese, essendo intercalate col calcare a Nummulites perforata, col calcare, colle arenarie ed argille a fucoidi, pare debbano essere riferite non al miocene ma all’eocene, affinchè la loro classificazione sia in armonia con quella che è adottata dalla massima parte dei geologi.

In tal caso i conglomerati, le arenarie e le marne con esse alternanti, classificate come miocene medio, pare che si debbano considerare come miocene inferiore, abbenchè alcuni geologi considerino le espressioni miocene inferiore ed eocene superiore come sinonimo, non essendo ben definita la separazione delle formazioni miocenica ed eocenica.

Affinchè l’Appendice sia in relazione intima colla Memoria, continuerò a chiamare miocene inferiore e miocene medio i gruppi delle rocce considerati come tali nella Memoria suddetta, scrivendo qualche volta dopo miocene inferiore (eocene superiore) e dopo miocene medio (miocene inferiore), per ricordare al lettore che le espressioni fra parentesi dovrebbero probabilmente essere sostituite a quelle che le precedono, onde la classificazione delle rocce sia in armonia con quella che è adottata dalla maggior parte dei geologi.