Pagina:Sulle ferrovie.djvu/110

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
110


Con un orario conveniente i treni possono partire contemporaneamente da Palermo per Catania, da Catania per Palermo, da Licata e da Porto Empedocle via Caldare per Fortolese, ove tutti arriverebbero contemporaneamente e quasi contemporaneamente potrebbero partire. Si avrebbe così un servizio armonico.

La località di Fortolese si adatta ad una stazione capace di ricevere tutti questi treni.

Si dirà che Fortolese è regione di malaria. La stazione sarebbe situata presso l’Imera, fiume che scorre continuamente e, se non è esente completamente della malaria, essa vi è molto meno micidiale che nelle altre valli percorse dai viaggiatori.

Lo scambio dei convogli non esige molto tempo e fatica e nessuno inconveniente può derivare dall’essere Fortolese stazione di scambio di convogli.

Essendo Caltanissetta (stazione) da Fortolese poco distante, Caltanissetta diventerà naturalmente un centro per deposito di macchine ecc... ed una sede importantissima per tutto ciò che si riferisce all’esercizio delle ferrovie.

Del resto se si desidera che i treni tra Palermo e Catania passino per Caltanissetta, dirigendo alla stazione di questa città la linea di Vallelunga, si può ottenere lo stesso scopo con maggior vantaggio, costruendo invece la linea delle Due Imere.

Basta per ciò ordinare che i treni tra Catania e Palermo giunti a Fortolese si dirigano a Caltanissetta e vi ritornino, rifacendo di nuovo lo stesso cammino, per arrivare poscia da Fortolese alla loro destinazione. I viaggiatori da Catania a Palermo o reciprocamente abbrevieranno ancora nella precedente ipotesi 12 chilometri colla via delle Imere sulla via di Vallelunga, essendo la distanza tra Caltanissetta e Palermo sulla linea di Vallelunga 12 chilometri circa maggiore della stessa distanza sulla linea delle Imere.

Popolazione sulle due linee.

Si disse che la linea delle Due Imere è una linea deserta. Già ho indicato nella relazione delle Due Imere che la popolazione affluente a detta ferrovia è di 70 mila abitanti. La popolazione affluente alla linea di Vallelunga è come si disse di 21870 abitanti.