Pagina:Tajani - Le Ferrovie.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
30

per mezzo di un apparecchio di corrispondenza. Ognuno di questi agenti, detti guardablocco, non apre il segnale se non quando il compagno che sta dopo di lui lo avverte che il treno passato precedentemente è andato oltre il proprio segnale. Così lo scopo è ottenuto di impedire che più di un treno si trovi fra due segnali contigui.

Ma gli agenti potrebbero sbagliare: si fanno perciò intervenire nelle operazioni relative al blocco gli stessi treni, ricorrendo a contatti elettrici posti vicino alla rotaia che, manovrati dalle ruote della locomotiva, correggono o completano l’opera del personale.