Pagina:Tignola - Sem Benelli, 1911.djvu/102

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Duca.


Sì, lo so. In ogni modo, siamo intesi.

Gusmano.


Come sempre. Fedeltà e intelligenza!

Duca.


Bene. Ora debbo andar via....

Esce da sinistra entrando cioè nella sua camera..





Gusmano

rimasto solo, si frega le mani con espressione di giubbilo e poi rivolto al tavolo di Giuliano, come fosse Giuliano stesso, fa certi gesti di scherno e di vittoria, che sono ridicolissimi. Sente rumore, si volta. Il Servo introduce Adelaide.


Gusmano


inchinandosi con garbo antiquato..


Signora!

Servo.


La signora vuol parlare al Duca.

Esce.


— 91 —