Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo VII, parte 3, Classici italiani, 1824, XII.djvu/174

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


I l3 26 libro del sacco di Roma, stampata a parte (a)} e di alcune lettere che ne vanno inserite in diverse Raccolte, io lascio che ognun consulti la Biblioteca di monsig. Fontani ni colle note di Apostolo Zeno (t. 2, p. 210, ec.), il Catalogo della libreria Cappoui (p. 209), ed altri somiglianti libri. XL. Alcuni altri storici a più breve tempo ristrinsero le loro opere, e noi in breve tratto di penna ce ne spediremo. Giorgio Florio milanese e professor d'eloquenza nella sua patria al principio del secolo di cui scriviamo (Arsel. Zìi 1)1. Script, mctliol. t. 1, pars 1, p. 634) distese in sei libri, ma non molto elegantemente, la Storia delle guerre Fatte in Italia da Carlo Vili e da Luigi XII. Essa fu stampata in Parigi nel 1613, e poscia altre volle; e da’ Francesi ò pregiala assai, perciocché l1 autore, die vivea in Milano a1 tempi di Luigi XII, si mostra lor favorevole. U11 Diario italiano de’ successi d’Italia dal i4l)8 fino al i5i2 di Biagio Buonaccorsi fiorentino fu pubblicato da’ Giunti in Firenze nel 1608 (V. Mazzucch. Scrilt. ital. t. 2, par. 4, (a) Vi ha dubbio se la Relazione del sacco di Roma, che fu stampata solo nel 1664 in Parigi, col titolo: Il Sacco di Roma del Guicciardini, sia veramente opera dello storico. Certo lo stile e diverso; e innoltre fa maraviglia che nelle sue Storie, in cui pur pai la del sacco medesimo,, ei non faccia motto alcune di questa sua Relazione, nè in questa accenni di aver ragionato di questo fatto nelle sue Storie. E quando fu pubblicato questo opuscolo, gli autori del Journal des Savans, che cominciò allora a stamparsi nella città di Parigi, dissero apertamente che fautor di esso era diverso dallo storico.