Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo VIII, parte 1, Classici italiani, 1824, XIV.djvu/213

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


SECONDO 301 Alt-iati raccolte. La Storia del Palla vicino fu dapprima stampata in Roma in due tomi nel i65t> e nel i65jy e’ quindi da lui stesso accresciuta e corretta, singolarmente quanto allo stile, ristampata in tre tomi nel i(364- Se ne ha ancora un Compendio pubblicato nel 1666 sotto il nome di Giampietro Cataloni segretario del cardinale, ma di cui vuolsi che fosse veramente autore ei medesimo, o almeno fosse da lui riveduto e in più luoghi corretto (Zeno, Note al Fontan. t. 2, p. 314)- Egli innoltre persuase al P. Ignazio Bompiani gesuita di tradurla in latino, e questi era giunto in tal traduzione fino a tutto il libro xvi, e se ne conserva copia tra’ mss. della Chisiana. Il Cardinal Pallavicino , in una sua lettera inedita che si conserva nel segreto archivio Vaticano, scritta al P. Elizalde gesuita, per distoglierlo dalla risoluzione di tradurre la stessa Storia in lingua spagnuola, così gli dice: Stimolandomi eziandio la Santità di N. S. a farla.rivoltare in latino, linguaggio comune a tutti gli uomini eruditi, io dopo haver indarno spesa in ciò per molti anni! l’opera del P. Ignazio Bompiani, anzi pur la mia , me ne disperai, e dissi a S. S. che r ottener ciò non era impresa delle mie forze. Non è inverisimile che qualche disparere insorto tra’ ’l traduttore e l’autore, il primo de’ quali volesse forse far uso di quella libertà che il diverso genio delle lingue richiede, f altro il volesse strettamente attaccato alf originale, fosse la cagione dell’interrompimento dell1 opera (a). Di queste notizie io son debitore (<7) Il eli. sig. canonico Battagliai mi ha avvertilo