Pagina:Torino e suoi dintorni.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
108 amministrazione dello stato

di guerra, gli stabilimenti di educazione e le scuole di nautica; la giustizia militare marittima; i lazzaretti; gli invalidi di marina; i bagni marittimi.

Ministero per gli affari ecclesiastici, di grazia e giustizia (Piazza Castello, 4). — Questo ministero ha le seguenti attribuzioni: la materia beneficiaria e giurisdizionale ecclesiastica, l’exequatur delle provvisioni pontificie, gli stabilimenti e corpi morali ecclesiastici; l’economato generale e l’azienda del monte di riscatto in Sardegna; le nomine a vescovadi, alle abazie e benefizi di regio patronato, e le nomine dei consiglieri canonisti, del giudice di appellazioni e gravami in Sardegna; l’alta sorveglianza sull’amministrazione dei fondi destinati alla accademia di Superga; la legislazione civile, penale, comune e commerciale; i procuratori ed attuari; la circoscrizione delle giurisdizioni, ed i conflitti relativi non riservati ai magistrati e tribunali; le rogatorie e intimazioni all’estero; la polizia delle carceri giudiziarie: il notariato; lo stato civile; la legittimazione per rescritto del principe; le aggiunte e variazioni ai cognomi.

Ministero di finanze e commercio (Piazza Castello, 3)— È attribuito al ministero di finanze tutto quanto riguarda: i bilanci e spogli attivi dello Stato; l’erario; l’assegnamento e la distribuzione dei fondi alle casse e tesorerie; l’amministrazione del patrimonio e dei vari rami d’entrata dello Stato; le alienazioni ed acquisti dei beni; i canali demaniali; le contribuzioni dirette ed indirette; la fabbricazione; incetta e vendita di generi di privativa; le zecche, il lotto e le lotterie; la riscossione delle entrate; la liquidazione dei debiti e dei crediti dello Stato; il debito pubblico e la contrattazione di prestiti; gli uffizi d’insinuazione, conservazione delle ipoteche, cadastro e marchio; lo stabilimento, la sorveglianza e la direzione delle banche di sconto; le pensioni a carico dello Stato.

Commercio. — L’esame dei trattati di commercio da conchiudersi colle potenze estere; le camere di commercio; gli agenti di cambio, sensali e liquidatori; le borse di commercio, l’approvazione delle società anonime; l’industria, gl’incoraggiamenti relativi; la concessione dei privilegi ossia brevetti d’invenzione; l’esposizione dei prodotti dell’industria nazionale; l’autorizzazione per l’esercizio delle professioni di misuratore ed agrimensore; i pesi e le misure, e la loro verificazione; e la permissione di fiere e mercati.

Ministero dell’istruzione pubblica (Via di Po, 44, Palazzo dell’Università). — Il ministero dell’istruzione pubblica esercita le