Pagina:Tozzi - Giovani, Treves, 1920.djvu/86

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

miseria 79


— Parla più piano: ci sentiranno i contadini.

— Lo so, lo so: non c’è bisogno che tu me lo dica: tu solo vuoi strillare. Gli altri devono stare zitti.

— Io strillo ma non parlo di soldi.

E battè i piedi in terra.

Ella, arrossendo un’altra volta, lì per piangere, si asciugò gli occhi e corse nell’altra stanza.

— Ah, te ne sei andata!

Ma, perchè in fine, prenderla con lei? Allora, comprese di avere sbagliato e sentì di volerle bene, un bene immenso, quasi irragionevole. Ma perchè lei non lo capiva? Non lo sapeva! E perchè non sorrideva invece di piangere?

Ma intanto ora non ora più deciso di andarsene per sempre! Si sedè, con un sudore freddo alla fronte, come quando si hanno le nausee del vomito. Soffriva in un modo indicibile, all’idea delle cambiali e dei debiti. Si sentiva rovesciare l’anima. Quante volte, piuttosto che fare una nuova cambiale, avrebbe preferito di cadere in terra morto, forte e sano, appena di ventisette anni!

Corrada invece si era seduta a ricucire un