Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I.djvu/182

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I PERSIANI 143


coro
Mai gente Ionia in pugna non arretra!

serse
Antistrofe II
Troppo essa è prode! Subito
vid’io piombar lo schianto.
coro
Dici la moltitudine
dei legni, in fuga spersa?
serse
Strappai su me, nella sciagura, il manto.
coro
Ahimè, ahi, sorte avversa!
serse
Ahi!, ché son poco i gèmiti....
coro
ché son duplici e triplici....
serse
la gioia dei nemici, il nostro lutto.