Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I.djvu/254

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I SETTE A TEBE 215

ismene
E al fratello dà morte.
antigone
Miserabil progenie!
ismene
Miserevole morte!
antigone
Lutti di genti che un sol nome accoglie!
ismene
Tristi e tre volte rinnovate doglie!
antigone ed ismene
Ahi, Parca, ahimè, di prove miserande
datrice! Oh venerando spettro d’Èdipo!
Livida Erinni, la tua possa è grande!
antigone
Tu lo sapesti, giunto qui presso,
ismene
tu l’apprendesti nel punto stesso.