Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I.djvu/312

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I-94.png

SECONDO CANTO INTORNO ALL’ARA


coro
Strofe I
Deh!, Giove che dominio
ha su tutte le genti.
mai non s’opponga alle speranze mie:
deh!, ch’io mai non sia tarda a offrire ai Superi
di bovi epule pie,
presso del padre Ocèano
all’eterne fluenti:
mai non mi sfuggano empie
parole: ognor nel seno
pietà mi regni, e mai non venga meno.

Antistrofe I
Dolce cullare l’animo
di letizie serene: