Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) II.djvu/221

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
218 ESCHILO


E noi che l’inseguiam perché vituperi?...

APOLLO


In questa casa entrar non v’è concesso.

CORIFEA


Pure è questo per noi prefisso debito.

APOLLO


Quale? Di’ questo tuo gran privilegio!

CORIFEA


Via dalle case i matricidi spingere.

APOLLO


Pur se la madre il suo consorte uccise?...

CORIFEA


Non si macchiò di consanguinea strage.

APOLLO


Priva è d’onore, è nulla già la fede
di Giove e d’Era pronuba! Bandita
va per i detti tuoi, spregiata Cipride,