Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) IV.djvu/291

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
288 EURIPIDE


Antistrofe II
Deh, su la lizza fulgida
fossi, ove il Sol dirige il flammeo corso!
Sopra le case patrie
delle mie penne l’impeto
ripiegherei sul dorso.
Deh, fra le danze fossi, ove, partendomi
dalla mia madre cara,
fra le compagne vergini
a danze d’imenei movevo a gara!
Gara di grazie, e ondanti
chiome, e superbi manti.
Varïopinte ondeggiano
a me d’intorno, mentre il pie’ si lancia,
le belle vesti, e i riccioli
m’ombreggiano la guancia.