Pagina:Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III.djvu/208

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I SATIRI ALLA CACCIA 205

Il discorsetto, come si vede, fa proprio il paio con quello di Sileno, nei Satiri alla caccia.

Dei frammenti del Ciclope d’Euripide, parleremo nel volume che lo conterrà. Ma prima di procedere alla lettura dei Satiri alla caccia, diamo un’occhiaia ad alcuni monumentiFig. 3. - Satiri che aggrediscono Iride. figurati che servono assai bene a concretare l’immagine di questo singolar genere di drammi.

Il posto d’onore spetta al celebre vaso di Brygos. Le rappresentazioni che lo adornano risalgono senza dubbio a drammi satireschi.

Nella prima (Fig. 3) vediamo un’ara, e dietro ad essa un magnifico Diòniso, solennemente vestito, con una gran coppa nella sinistra, e uno scettro nella destra. Persona o idolo? Direi piuttosto idolo, per quanto sembri che segua con un certo interesse, quasi con meraviglia, la scena che si svolge sotto i suoi occhi. Iride, una bellissima ragazza con vesti ampie svolazzanti, con un magnifico paio d’ali, e le trecce raccolte in