Pagina:Trattato de' governi.djvu/111

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


A chi considera della republica che che ella sia, e di che natura, gli occorre quasi per la prima considerazione intorno alla città di vedere, che cosa ella è. Perchè di tal cosa oggi è dubbio, dicendo alcuni, che la città ha fatto una azione, e alcuni negandolo, ma dicendo e’ fu lo stato dei pochi potenti, o e’ fu il tiranno. Ma e’ si vede infatto, che la somma in questo negozio, che si piglia a far dall’uom civile, e dal legislatore, è intorno alla città: e che il governo d’uno stato non è altro, che una ordinazione fatta infra gli abitatori della città.

E perchè ella è un composto, non altrimenti che un altro, tutto di più parti, però imprima è da ricercar del cittadino; essendo la città un numero di cittadini. Laonde si debbe considerare chi sia, che meriti d’esser detto cittadino,