Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/121

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trento 117

sepolto, altre Chiese contendevano d’un tal Cadavere; in particolar’ i Padri Carmeliti Scalzi, che lo pretendevano non men, come fondatore di lor Convento. Et i Padri Giesuiti insistevano, per haverlo accompagnato da Vienna. Onde, dopo varie scaramucce di controversia, già che il Corpo era depositato in S. Pietro come Chiesa, in cui si trovavano sepolti li suoi Antenati, e nella qual’ haveva ricevuto il Sacro Fonte, vi fù alla fine sepolto: benche anzi per stratagema. Potendosi dire, che il General Galasso habbia fatto Guerra e vivo, e morto.

[Organo di S. Pietro quale.]

L’Organo di questa Chiesa posto nel Choro, se non è de più grandi, riesce di voci, e di registri assai stimabile con ordini di Canne in fuori rilevate all’uso Tedesco, non senza ornamenti d’Oro, & un Organino sù’l davanti. E la Cassa stà dipinta di varie figure, che suonano, e cantano di concerto.

[Deposito notabile di pietà.]

Vedesi contra l’Organo nobil Deposito di pietà con sopra un Crocifisso à rilievo di Pietra, e à torno i misterij della Passione. Il tutto fatto ergere dal Baron Gasparo di Wolgenstain sepolto in questa Chiesa.

[Deposito notabile.]

Trà le Tombe, che molte vivono in S. Pietro, & hanno nome si à caratteri latini, come Tedeschi, si fa osservar quella di Leonardo Langg di Wellemburg, Giovane Cavaliere favorito di Natura, e di Fortuna, Allievo di Pallade; il quale doppo haver seguito Marte in Baviera,