Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/461

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trento. 457



RESTA Hora notar’ i Siti, dove più risiede BACCO nel Suburbano con metter l’essere, quantità, & qualità de’ Vini di Trento, Vindemie, e Caccie, come promisi. Cose queste, che, se ben delle prime essentiali, lasciai in ultimo, acciò, doppo’ havere scorso per una ben lunga narrativa di Croniche, Successi, Stati, e Guerre sempre trà le fiacchezze del mio scrivere, havesse il Lettore, come da ristorarsi, e divertirsi; ò pur’ io, trattandosi di scriver Vini, potessi al Lettore far un Brindesi. Ne mancarò, visitando i Siti, d’osservar insieme le rimarcabili curiosità.

[Siti di Vigne notabili appresso la Città.] Per primi, come più prossimi, e famigliari di Città si presentano dietro Castello alla Spalliera varij Horti, ò Ronchi con Vignali quanto più fertili di Pietra, proprij di Vino; come sono parimente i Dossi delle Laste alle Predare, e quel sito, che sale à Ponte Cornichio, e scende à i Molini trà gli antichi Argini della Fersina, dove con altri Recinti si nomina il Paradiso; ne si fà tralasciar il tratto à torno S. Bernardino, e quel che spalleggia la via Mantovana. Luoghi tutti notabili in maggior Vicinanza con haver anche le lor Case, ò Torricelle.

[Monte di Poho, e suo essere.] Scostandosi poi dalla parte d’Oriente viene trà i Siti proprij, e principali il Monte di Poho, qual si suol chiamar la Cantina di Trento, e dalla copia, ò scarsezza, che vi regna d’Uve, si fà pronostico della Trentina Vindemia. Vi stanno con una Communità considerabile sei Villaggi, cioè Sprè, Panthè, Salè, Gabbiol, Villazzano, e Oltre