Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

AL GLORIOSISSIMO

Vescovo, e Martire

S. VIGILIO



SOTTO gli auspicij del Vostro Inclito Nome, Santissimo Vescovo, Fortissimo Martire, fò uscir Trento sù l’oggetto di dar luce alle mie tenebre, ò dar le mie tenebre alla luce. Nel vero il dedicar ad altri prima, che à S. VIGILIO la presente Opera, sarebbe un farla perder co’l lustro anche il titolo. L’Acque vanno correre al Mare, se derivano dal Mare; & i raggi, che vengono dal Sole, al Sole tornano. Da VOI Gloriosissimo Campione, la Città, e Chiesa di Trento riconosce il suo essere, non che il ben’essere; & si preggia haver VOI per primo non meno, che secondo Apostolo. Poiche, se Sant’Hermagora vi fondò la Christiana Fede, VOI vi stabiliste tal fondatione; e si sà, che S. VIGILIO diede generoso il Sangue, per amor di Trento: là do-