Pagina:Una sfida al Polo.djvu/247

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la carica dei buoi muschiati 241

CAPITOLO XIX.


La carica dei buoi muschiati.


Una lunga fila composta di animali d’aspetto imponente, s’avanzava attraverso i ghiacci dirigendosi verso la costa.

Quantunque i buoi muschiati non abbiano le dimensioni mostruose dei bisonti delle praterie americane, sono delle splendide bestie, grosse e alte quanto i tori comuni, armate di corna più arcuate e d’aspetto più selvaggio in causa anche del fitto e magnifico vello, di color bruno, a riflessi giallastri, che scende, come un mantello, fino a terra, sicchè appena appena si possono scorgere i bianchi e robustissimi zoccoli.

Questi animali, che un tempo erano numerosi anche nel Canadà, ormai non si trovano più che sulle grandi isole polari o sui territori situati al nord della baia di Hudson.

Sembra che si siano perfettamente abituati ai grandi freddi, poichè si moltiplicano abbastanza bene e sfidano le terribili bufere di neve senza risentirne gran danno.

Al pari dei bisonti, sono emigranti e viaggiano continuamente per cercare i licheni ed i muschi dei quali si nutrono, non essendo riusciti ad abituarsi, come i cavalli islandesi, a nutrirsi di pesci.

La loro carne non sarebbe meno eccellente di quella dei buoi comuni se non sapesse di muschio, forse in causa del genere del loro nutrimento.


16. E. SALGARI - Una Sfida al Polo.