Pagina:Varon milanes.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

31
Insci là Così così.
Instora Adesso.
Instasgià, mal instasgiaa Fortificar con pali, uno che mal si regge in piedi.
Intortià Torcere, intricare, inviluppare.
Invernigà Lisciare, e render lucido.
Involtià Inviluppare, intricare.
Invrià, invriagh Ubbriacare, Ubbriaco.
Inzà Cominciar a romper, o tagliare.
L
Ladin Presto, veloce.
Lapag, lapagià Un crapulone, crapulare.
Lasagnon Un grande, ma non gagliardo, anzi che mal si regga in piè, d’un goffo, ed ignorante.
Latimel Miele di latte, Fiore di latte, cibo noto, qual si usa principalmente in tempo di Carnevale.
Lec         )
Lecoyra )
Leccardo. Tal volta lec significa forbito, senza macchia come el volt lecaa, e parlà lec.
Le sò fieu spuà spuisc E’ suo figlio somigliantissimo.
Lidan Un grande, ma da poco.
Lifroc  )
Lifron )
Uno qual non si impiega in cosa alcuna virtuosa.
Lippon Un grassaccio, pigro, e da poco.

Liss