Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/133

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 117 —

mente la zolfara, a sconto del suo debito.... per dieci anni, mettiamo....

— No! no! — interruppe il barone.

— Mettiamo quindici. Voi vi godete la miniera per quindici anni....

— Io ho dato del denaro contante! — strillò don Nunzio — e in cambio mi si dà la zolfara che non val niente!

— Non val niente la mia zolfara? — gridò il barone.

— Ecco! — gli rispose Rametta soffiando sul palmo della mano.

— Questo lo dite per carpirmela!

— Dunque sono un ladro?

— Zitto, parole di negozio — tornò a intromettersi don Rocco. — Voi gli cedete la zolfara per quindici anni, e voi gli assicurate un tanto al mese, acciò amministri per conto vostro.... Ha da mangiare anche lui!