Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 139 —

Ma quando ebbe capito poi, per sua disgrazia, parve che impazzisse. Infuriò contro il cugino, contro le figliuole, tartagliando:

— Che vuol dire?... Nina?... Parla tu, Lisa!...

— Cosa volete; che dica? — rispose don Rocco alzando le spalle.

Il povero padre, davanti alla sua Lisa che continuava a tacere, guardandolo fisso, cogli occhi spaventati, tremando dalla testa ai piedi, indietreggiando passo passo, smarrivasi anch’esso, si confondeva, alteravasi in viso, ripetendo:

— Parla!... parla!...

Ad un tratto essa perdè la testa interamente e volle fuggire. Allora egli le corse dietro coi pugni chiusi, con un grido terribile, un grido che agghiacciò il sangue nelle vene a tutti quanti: