Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/156

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 140 —


— Ah!.... ah!...

— Papà mio! — gridò Nina cadendogli dinanzi in ginocchio.

— Era vero dunque?... Era vero?... Lo sapevano tutti?...

Lisa rimase lì, impietrita. Nina gemeva e supplicava:

— No! no!.

— Don Mondo! — esclamò la zia trattenendolo pel vestito.

— Il mio sangue!... L’onor mio!

— Ma che onore? Cosa andate dicendo?

Don Rocco volle condur via Lisa, perchè non succedessero altri guai:

— Togliamoci di qua, per ora. Leviamo l’occasione.

Ma lei rispose “No!„ e rimase ferma dinanzi a suo padre, pallida come una morta, ma a testa alta.

— La superbia l’hai!... con tuo padre!... L’hai nel sangue la su-