Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/162

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 146 —

gli operai avevano piantato lui e la sua zolfara, e s’erano messi a non far nulla — una cosa nuova che la chiamavano sciopero — i padroni senza più un soldo da riscuotere e i lavoranti senza pane. Allora, si capisce, la fame porta consiglio — un cattivo consiglio sta volta.... Alla Salina, a Goramorta, in altre miniere del circondario era successo quel ch’era successo. Il barone appunto era andato al paese per far sapere a Rametta che così non finiva bene. Egli, poveretto, non avea più voce in capitolo, e non poteva farci nulla. Dacchè gli avevano messo il coltello alla gola (tutti quanti, anche Lisa, il sangue suo, che gli avevano messo il coltello alla gola e in cuore!) ed era stato costretto a firmare quella carta che lo spogliava della zolfara, don Nunzio s’era fatto il letto nel-