Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/179

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 163 —

ascolto: — E anche la voce di don Nunzio, udite?

— Papà! papà!...


*

Prima comparve don Nunzio, il quale era in giro pei suoi affari dacchè Dio aveva fatto giorno, e capitava in quel bel punto, stracco morto e arso dal sole:

— Eccoci, siamo venuti alla festa. Lasciategli governare la cavalcatura, al papà.

— Sia lodato Iddio! — disse allora la vecchia serva all’udire che era arrivato pure il padrone.

— Davvero sia lodato! — C’è proprio di che!

Il barone entrò scuro in viso anche lui di polvere e di cattivo umore, brontolando: