Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 8 —

non mi far fare la bocca amara anche tu!

Il campanello dell’anticamera fece correre di nuovo tutti quanti, donna Barbara colle bottiglie in cucina, il barone per portar via la seggiola su cui era prima salito. Lisa agguantava già il vassoio quando entrò donna Bianca, accaldata, festante, col vestito di lana e seta, lo spillone col cammeo antico, il fazzoletto di pizzo nelle mani, soffiando e sventolandosi.

— Son qua! la prima! Che caldo! che contentezza oggi in casa vostra!

— Oh, la zia Bianca!

— Grazie, grazie, cugina Bianca!... Non possiamo dubitare.... — aggiunse il barone.

Donna Bianca abbracciò in fretta la ragazza. — Cara Lisa!... — poi si rivolse trionfante al cugino: —