Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 30 —

donne, volle notare graziosamente l’anello che Nina aveva al dito:

— Questo è regalo dello sposo?

— Sì — rispose Nina.

— Bello! bello! — aggiunse il marchese.

— Vero regalo d’innamorato, si capisce!

— E gli orecchini? — saltò a dire allora don Rocco alzandosi di nuovo. — Sembrano due stelle! Si vede anche all’oscuro che mia cugina è fortunata — conchiuse ridendo.

— Oh! oh! — fece ancora il marchese dignitosamente. — Io direi invece ch’è una fortuna per tutti e due gli sposi.

Don Rocco, che non voleva restare indietro, ribattè maliziosamente, con una strizzatina d’occhio:

— Certo, sicuro; ma è sempre me-