Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/95

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 79 —


— Come sei bello con quel fiore! — gli disse la ragazza provocante anche nel sorriso ironico. — Sembri un cavaliere.

— Io non sono un cavaliere, lo sapete bene! — rispose lui con amarezza, buttando via il fiore.

— Quanto sei sciocco!

— No, sono pazzo, volete dire!

L’occhiata ch’essa gli scoccò! E come stettero a guardarsi, gli occhi che si miravano negli occhi!

Lisa stornò il capo, quasi per stornare il discorso, dissimulando sotto la gaiezza il turbamento interno:

— Almeno state allegri laggiù! Qui par di morire. Chi è che canta adesso?

— Nardone. Quello non farebbe altro che cantare.... “Amore, amore, che m’hai fatto fare?...„

Lei era seduta alla scrivania, col