Pagina:Verga - Don Candeloro e C., 1894.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
128 Don Candeloro e C.i

colpo alla botte, chiudendo un occhio a tempo e luogo, badando a non far ciarlare le male lingue, a proposito della Scaricalasino, o della vedova Brogna, che era gelosa matta. Tutti contenti e lui pel primo.

Chi rimase scontento fu solo Malannata che gli era parso di dover mutar vita anche lui, col figlio guardiano, e diventare non so che cosa. Ed era il solo che osasse lagnarsi.

— Monaco! — Tanto basta! — Nemico di Dio!