Pagina:Verga - Don Candeloro e C., 1894.djvu/139

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search







Ecco come lo zio Lio raccontava poi quella faccenda:

— Mancava dove andare ad ammazzarsi? Nossignore, proprio qui; chè per dieci miglia in giro ne fecero piangere degli occhi! E anche loro ne seminarono delle ossa a far concime, lungo la strada, fra le siepi, dietro i muri, uomini e bestie mietuti a fasci, talchè un mese dopo, a dar un colpo di zappa, ne saltavano ancora fuori, ossa di cristiani! Figuratevi i campi e gli orti! E la povera gente del paese che non c’entrava per nulla in quella lite, e non voleva entrarci. Alcuni vi lasciarono la pelle, infine — per difendere la sua roba. — La roba e la vita, perse!

Basta. Molti se l’erano data a gambe il giorno prima, a buon conto, come sentivano: — Vengono!