Pagina:Verga - Novelle, 1887.djvu/203

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

del castello di trezza 193


— In quelle notti in cui il fantasma non si fa vedere.

— È strano! E dove?

— Qui, madonna, in quest’alcova e nell’andito che c’è accanto, nel corridoio che passa vicino a questa camera, e nello spogliatolo che è dietro l’alcova.

— Insomma qui vicino?

Per tutta risposta Grazia si fece il segno della croce.

La baronessa strinse le labbra tutt’a un tratto.

— Va bene, le disse bruscamente. Ora vattene. Non temere. Non dirò nulla di quel che mi hai detto.



III.



Donna Isabella passò la giornata ad esaminare minutamente tutte le stanze, anditi,