Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
122 amore immortale.

Maria, la bella fanciulletta, un tempo
Usa a correr con me per le foreste
E le floride fratte, insidïando
Occhiute farfallette e pigolanti
15Nidi di capineri e d’usignuoli;
Maria, che di anni e di beltà cresciuta
Con un nodo di rose il suo destino
Volle per sempre al mio destin congiunto;
Maria, l’innamorata giovinetta,
20Mise un giorno dal cor lungo un sospiro
E della vita uscì. Scesa di cielo
Questa nivea colomba al primo nido
Bella di affanni e d’innocenza ascese.
Nè di lagrime asperse il suo cammino,
25Esulante ritrosa: un tale amore
Colla vita non cade: amor dell’alma
Rompe la pietra del sepolcro e vive
Come l’anima eterno ed infinito.
Non mentiva la pia, quando levando
30Al ciel gli occhi pietosi e sorridendo
Mi disse: colassù vivono i cori;
Colassù si uniranno i nostri amori.



III.


     Piansi il fior de’ suoi verdi anni caduto
Innanzi tempo. Se la Fè mi toglie