Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/229

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la preghiera di giuditta. 215


     Degli empi lo sterminio
Hai pieno allor: rinnova
Con la superba Ninive
20Oggi, Signor, la prova!
Sentiero non si serra
A’ tuoi voleri: in terra
Tu compi irresistibile
24Quel che maturi in ciel.

     Sovra le tende assirie
Piega, Signor, lo sguardo;
Come sul campo egizio
28Fosti a mirar non tardo,
Quando anelanti e fieri
Di carri e di corsieri
Premean gli accorsi eserciti
32Le spalle d’Israel.

     Tu li guatasti: orribile
Un buio si diffuse;
Nell’ime sue voragini
36Il mar li accolse e chiuse.
Peran così, gran Dio,
Le genti che in oblio
Han posto che de’ secoli
40Ti nomini il Signor.