Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/346

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
332 carmi sepolcrali.


    E tuoi siano que’ dì che morte immite
Al mio stame vital volle recisi;
36Vivi a lungo per me: vivi due vite.

ATIMETO.


    D’amaranti, mia donna, e di narcisi
L’urna ognor ti fiorisca. Ah, non dovevi
39Ratta così discendere agli elisi,

    Se di tante virtù bella splendevi.