Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 milton e galileo.

Salve! A te solleviamo il nostro sguardo
Noi d’Eva esuli figli: a te gementi
575E lagrimanti sospiriam da questa
Bassa valle del pianto. Or tu pietosa
Soccorritrice a noi cotanto afflitti
Que’ tuoi miti amorosi occhi converti
E non tardar. Fa che di questo esiglio
580Uscir possiamo avventurosi, e mostra
A noi, tuoi fidi, il benedetto frutto
Del ventre tuo, Gesù! Salve, clemente,
Umile e pia, che di dolcezza avanzi
Quante vergini fur, salve, Maria.