Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/74

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60 le ore della notte

     Remoto vicolo
Empion di canti
Fra nappi e cembali
44Scinte baccanti;

     Tende l’orecchio
Da semiaperta
Finestra e palpita
48Sposa deserta.

     Lo stame attenua
Della lucerna,
Computa, novera,
52Fogli squaderna,

     Mida famelico
Che dell’erede
Dietro sè l’ilare
56Ghigno non vede;

     Mentre da’ fulgidi
Covi del gioco,
Lo sguardo vitreo,
60L’anima in foco,

     Esce il patrizio
Che della zolla
Ultima Cerbero
64Plebeo satolla.