Pagina:Versi di Giuseppe Giusti.djvu/153

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

129

IL RE TRAVICELLO.


 
Al Re Travicello
    Piovuto ai ranocchi,
    Mi levo il cappello
    4E piego i ginocchi;
    Lo predico anch’io
    Cascato da Dio:
    Oh comodo, oh bello
    8Un Re Travicello!

Calò nel suo regno
    Con molto fracasso;
    Le teste di legno
    12Fan sempre del chiasso:
    Ma subito tacque,
    E al sommo dell’acque
    Rimase un corbello
    16Il Re Travicello.

Da tutto il pantano
    Veduto quel coso,
    «È questo il Sovrano
    20Così rumoroso?
    (s’udì gracidare).
    Per farsi fischiare
    Fa tanto bordello
    24Un Re Travicello?