Pagina:Versi di Giuseppe Giusti.djvu/187

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



E che l’uomo tra i viventi
Messo qui co’ semoventi
               Par che debba muoversi,

Ha pescato nel gran vuoto
La teorica de1 moto
               Applicata agli uomini.

Il fanciullo deve andare,
Deve ridere e pensare
               Appoggiato al calcolo.

D’ora innanzi, mi consolo!
Questo bipede oriolo
               Anderà col pendolo.

O futura adolescenza;
Che, filata alla scïenza
               Nelle scuole a macchina,

Beverai nuova dottrina
E virtù di gelatìna
               Che non corre e tremola;

In te sì che farà spicco
Depurato per lambicco
               Gas enciclopedico!

Quando il tenero cervello,
Preso l’albero a modello
               (Per esempio il sughero),

Succhierà fede e morale
Come un’acqua senza sale
               Dal maestro agronomo;

Spunteranno foglie e flori
Senza puzzi e senza odori,
               Come le camelie.

Misurati gl’intelletti
E le fasi degli affetti
               Con certezza fisica,