Pagina:Viaggio Da Milano Ai Tre Laghi.djvu/228

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
212 Domaso, Sorico.

due iscrizioni d'Angela e d'Onoria del quinto secolo1.

Sì a Gravedona che al vicino Domaso e in molti altri borghi del lago meritano d’esser vedute le numerose filande, i grandiosi filatoj e le seghe ad acqua.

  1. Il p. Tatti nella decade prima degli Annali sacri di Como, edita l'anno 1663, dice essersi rinvenute pochi anni innanzi queste due lapidi ristaurandosi la chiesa di S. Vincenzo. Veggansi per disteso

    1

    Bonae        Memoriae

    hic . reqviescit . in . pace
    famvla . christi . agnela qve
    vixit . in . hoc . secvlo . annos
    plus . minus . xxx . deposeta . sve
    die . iii . kalendis . aprilis . avieno .
    viro . clarissimo . indictione . x.

    2

    Bonae        Memoriae

    mic . reqviescit . in . pace
    famvla . christi . honoria
    qve . vixit . in . secvlo . annos
    plus . minus . xx . deposita . die . vix
    kalendas . ivlias . venantio
    viro . clarissimo . indictione . i .

    Famuli Christi si diceano allora i buoni fedeli, e tali furono Agnella ed Onoria, alla cui buona memoria furono incisi questi epitaffj. Avieno fu il Console d’Occidente dell’anno 502, in cui morì Agnella li 30 di marzo; Venanzio fu Console nel 508, in cui morì Onoria li 24 di Giugno. Gli errori ortografici si attribuiscono all’ignoranza di quell’età; benchè nel lor genere stiano queste lapidi fra le belle e pulite (Nota tratta dall’esemplare postillato dal sig. dott. Gio. Labus).