Pagina:Viaggio Da Milano Ai Tre Laghi.djvu/303

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Da Como a Milano. 287

villa de’sigg. Vismara. Il piano in cui scorrono la roggia di Desio, tratta da moltiplici sorgenti di quel contorno, e il torrente Seveso, è torboso in parte, come a Prato-pagano, al Bassone e sotto la badia mentovata. Forse torboso è pure il prato per cui, passando all’est d’Asinago, vassi alla vicina terra e al vecchio castello di Carimate. Ma stando sulla via maestra, si lasciano a sinistra Asinago, Lentate e molti altri paesi, posti per lo più su poggi. Vedesi quindi a destra Capreno, e poco dopo Birago, villa già de’ Casnedi, or de’ Raimondi, su d’una costa che continua sino a Senago, e a cui par che si appoggiasse il Seveso, che ben altro fiume esser dovea da quello che ora è.

Barlassina è grosso borgo, che la sua ampiezza dee probabilmente al vicino convento de’ Domenicani, fondato presso al luogo ove fu ucciso il primo Inquisitore Lombardo s. Pietro Martire, ed ora soppresso. In fatti la chiesa matrice è nel vicin villaggio di Seveso. Presto s’arriva a Cesano, ove bella e magnifica villa ha il sig. co. Borromeo, la quale aria più libera e miglior vista certamente avrebbe se collocata fosse sulla vicina altura: se non che non v’avrebbe quel bel rivo d’acqua perenne tratta da vene de’ vicini colli; e vuolsi pure che poco salubre colassù sia l’a-