Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/107

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
110 Viaggio.

della notte. — Più in là è una donna tremante, e ormai senza voce per lamentarsi. — La gente va e viene senz’essere commossa da uno spettacolo a cui è accostumata. — Il rumore delle carrozze, gli schiamazzi dell’intemperanza, gli allegri suoni della musica si mescolano talvolta alle grida degli infelici, e formano un’orribile dissonanza. — Oh questa pagina vorrei che potesse esser letta dall’universo!