Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Viaggio 35

tura! Felice parimenti il dipintore di paesetti, che sa esprimere sulla tela il sentimento di tristezza, che a lui ispirano una scura foresta, una campagna deserta; che crea mari novelli e nere caverne sconosciute al sole; che fa sorgere a piacer suo boschetti di verde perenne, e brillare sovr’essi il purissimo azzurro de’ cieli; che suscita fosche nubi ove ciò gli talenti, e fa quasi nel turbato aere muggir la tempesta. Altra volta egli offre all’occhio meravigliato le campagne deliziose dell’antica Sicilia, ove tu vedi ninfe smarrite fuggire attraverso le canne i satiri che le inseguono; tempj di maestosa architettura alzar la fronte superba dalla sacra selva che li circonda; vie serpeggianti e silenziose ove l’immaginazione si perde; lontano orizzonte, che si confonde colla volta del cielo; acque