Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/58

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Viaggio. 61

semiaperta: il quale doppio movimento, nell’umana figura indica, secondo il famoso le Brun, l’estremo grado della meraviglia. Fu certo la mia bestia quella che cominciò una simile dissertazione; perocché la mia anima sapeva bene che Gioannetti ignora affatto ciò che sia superficie piana, e molto più ciò che siano raggi di luce. La prodigiosa dilatazione delle sue palpebre avendomi fatto rientrare in me stesso, cacciai di nuovo la testa entro il collare del mio abito di viaggio, e ve lo affondai talmente, che giunsi a nasconderlo quasi tutto intero.

Mi risolsi intanto di desinare nel punto, ove mi trovava. La mattina era già molto inoltrata; e un passo di più nella mia camera avrebbe protratto il mio pranzo fino a notte. Sdrucciolatomi adunque a filo della mia seggiola,