Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


CAPITOLO XVI.



Gioannetti rimaneva sempre nella istessa attitudine, aspettando la spiegazione che mi avea domandata. Io cacciai fuori la testa dalle pieghe del mio abito di viaggio, fra cui la nascosi per meditare più a mio agio; e dopo un momento di silenzio, per rinvenire dalle triste riflessioni fatte pur dianzi: — non vedi tu, Gioannetti, gli dissi, volgendo la mia seggiola dalla sua parte; non vedi tu che, essendo il quadro una superficie piana, i raggi di luce, che partono da ciascun punto di questa superficie... — Gioannetti, a tale spiegazione, spalancava siffattamente gli occhi, da lasciarne vedere il bianco tutto intero, e teneva ad un tempo la bocca