Pagina:Vicende delle strade ferrate nel Regno Lombardo-Veneto.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 677 -

lani, non si accorgono quale triste servigio gli rendano, giacchè la strada lombardo-veneta da lui diretta, parimente di un sola rotaia, minaccia di superare le 350,000 lire per kilometro, mentre quella di Monza, a lor dire, non avrebbe costato che 123,000. Rettificata la ciffra e posto come importo reale 2,600,000, dovevasi rimborsarlo delle somme pagate a Volta, ossia 550,000, il che portava il totale a 3,150,000. Quando pel privilegio del signor Eskeles fosse stata portata quella ciffra ai 4 millioni era tutto quello che la più lata generosità poteva accordare, poichè, per dire ogni ragione da ambi i lati, è da notarsi che da quella somma vanno sottratte 200,000 lire per un kilometro della strada di Como, già eseguito dal sig. Volta e molto bene, e che inoltre vi è la particolarità che al cessare (nel 1887) di quel privilegio la strada sudetta non diviene proprietà del governo, ma rimane degli azionisti che avrebbero solo a temere la concorrenza di un altra linea, cui nessuno vorrà fare certamente; dall’altro lato poi conviene riflettere che la strada si pagava e valutava come nuova, mentre conta sette anni di esistenza ed un deperimento al confronto ancor mag-