Pagina:Vicende delle strade ferrate nel Regno Lombardo-Veneto.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 676 -

e ripetesi ancora quella strada non costasse che 1,500,000 l. al signor Putzer e che questi la vendesse ad Eskeles per tre milioni, e questi poi la cedesse ai buoni azionisti della strada di Como per sei. Senza essere in grado di precisare la vera ciffra dell’importo della strada di Monza, posso asserire con tutta certezza che l’asserto milione e mezzo di primo importo, non può reggere perchè al disotto della possibilità. Nessun paese d’Europa ha saputo fare le strade di ferro con maggior economia del Belgio; eppure il costo medio di quelle strade è salito a 250,000 franchi per kilometro tutto compreso, e per istrade a doppia rotaia. La strada di Monza non offre difficoltà, è vero, ma i terreni in Lombardia e segnatamente questi presso Milano sono fra i carissimi d’Europa; essa è di una sola rotaja, ma il terreno è per due, ed inoltre è fornita di quattro locomotive e di fabbricati sontuosi anche più del bisogno; infine la strada di Monza quale fu ceduta non può aver costato meno di 180,000 franchi o circa 200,000 lire austriache per kilometro, che darebbero 2,600,000 lire; e coloro che, ripetendo l’errore divulgato si appellano all’ingegnere Mi-