Pagina:Vita del glorioso martire s. Secondo (1823).djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
 
41


Venuta l’ora della messa pontificale, Monsignore accompagnato dai Canonici della Cattedrale, e da alcuni Feudatarj della sua Chiesa s’inviò alla Collegiata, ed ivi appena vestito delle pontificali paramenta arrivarono lo loro Altezze Serenissime per assistere alla solenne funzione. Al dopo pranzo circa le ore diecinove vestito di nuovo il Vescovo di ricco piviale, seguito da Sua Altezza il Duca con alcuni Cavalieri si portò alla sagrestia, ove esisteva la cassa, ed ivi prese le sante Reliquie le portarono sopra l’altar maggiore, ove apertasi la suddetta cassa da Monsignore ne prese la testa, e la diede a baciare alle loro Altezze, indi nuovamente la ripose al suo luogo, e immantinente si diè principio alla processione. Dopo il Capitolo della Cattedrale seguivano quattro, che portavano la cassa, e v’era in seguito S. A. S. Catterina d’Austria sua consorte con torchie portate dai Paggi accompagnati dal Corpo di Città, e Vassalli della Chiesa d’Asti, e nel levare la cassa volle il piissimo