Pagina:Vita del glorioso martire s. Secondo (1823).djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
 
51


andò a visitare li Santi Calocero, e Secondo ditenuti nella Torre rossa.

Ed intanto gli Apostoli disegnarono in esso campo la pianta di un Monastero famoso, che ivi col tempo fabbricar doveasi, come si vedrà in appresso avverato, e soggiunsero, che per riverenza di quel luogo essi sarebbero sempre stati protettori della Città d’Asti, e di tutti coloro, che ivi con fervore di spirito si sarebbero al Signore raccomandati, indi gli ordinarono di pubblicare la veduta apparizione, e procurasse fosse fabbricata una Chiesa sì, e come veduto avea disegnarsi le fondamenta: ma il semplice, e timorato contadino quasi alienato da’ sensi se ne rimase immobile per qualche tratto di tempo a contemplare gli stupori della visione, e ricuperati i sensi, e titubando tuttora sulla realtà d’essa visione non sapea persuadersi come a persona sì idiota, come esso era, venisse comunicata una sì segnalata visione, e venisse destinato a promulgare un sì portentoso