Pagina:Vivanti - Sorella di Messalina.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
40 annie vivanti


E a poco a poco il giovane sentì quel delittuoso e voluttuoso sospiro sferzargli i nervi come un possente, oscuro afrodisiaco.

· · · · · · · · · · · · · · · ·

Infine la fosca furia e lussuria di lei vinse e travolse anche l’uomo. Gli scavò nell’anima degli abissi insospettati. Lo avvolse e sconvolse, lo soggiogò e bruciò.

In breve egli non comprese più come si potesse «amare in letizia», compiere con baci e sorrisi il feroce e tragico rito d’amore.

E calò nelle sue braccia come in un abisso.