Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/160

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
134 Proverbi sul cavallo"


8. Mettere i chiodi nei buchi fatti.

Veramente questo più che un proverbio è un modo di dire. Carlo Dati scrisse: «La ragione perchè S. Lò (storpiatura di S. Eligio, protettore dei fabbri ferrai) non inchiodava i cavalli è perchè metteva sempre i chiodi nei buchi fatti.» Mettere i chiodi per l’applicazione del ferro ai cavalli è operazione semplice, ma racchiude una pratica speciale che si acquista solo coll’esercizio della mascalcia; e chi mal pratico dell’arte del ferrare deve applicare chiodi, veda di indovinare i buchi fatti ed eviterà facili ferite al piede, le quali sono sempre assai dolorose e fanno facilmente zoppicare il cavallo.

9. Non piede, non cavallo, ed anche:

Non ferro, non cavallo, e gli inglesi:

No foot, no horse.

Incerta basis, instabile aedificium, dicevano i latini e ben con ragione. A che infatti potrebbe servirci un bellissimo cavallo con mezzi di locomozione straordinari, se appena fatti pochi passi zoppica per malattia di piede? Ben con ragione dicono gl’inglesi: Niente piede, niente cavallo, perchè questo animale se ha piedi cattivi, serve ad un bel nulla; come a nulla servirebbe un bel edificio se le sue fondamenta non fossero solide e capaci di sostenere le parti superiori. Le leggi fìsiche non si possono distruggere.

10. Per un chiodo si perde un ferro, per un ferro un cavallo, per un cavallo un cavaliere, ed i tedeschi:

Eines Hufeisens willen verdirbt oft ein Pferd, e gli inglesi: